Tag

Un brano musicale composto e intepretato nel 1962 da Segio Endrigo.

Una delle più belle canzoni d’amore mai scritte.

Sarebbe d’obbligo postare il video con Endrigo come interprete anche se amo molto la versione di Fiorella Mannoia, ma ho trovato questo che dice molto di più di quello che le mie parole impastate possono esprimere.

Quando l’amore ha la “A”maiuscola alla persona amata si dedicano canzoni come questa:

C’è gente che ha avuto mille cose

Tutto il bene, tutto il male del mondo

Io ho avuto solo te

E non ti perderò

Non ti lascerò

Per cercare nuove avventure

C’è gente che ama mille cose

E si perde per le strade del mondo

Io che amo solo te

Io mi fermerò

E ti regalerò

Quel che resta della mia gioventù


Cristina nel suo commento scrive che questa canzone le è stata dedicata dal marito il giorno della nascita del  suo primo figlio.

Anch’io ho scritto questo messaggio sul biglietto per il compleanno di mia moglie in un momento in cui la malattia stava minando la serenità della nostra famiglia.

E quando un anno fa il mio secondogenito Matteo mi ha chiesto un motivo musicale da dedicare alla sua Stefanie gli ho passato la stessa canzone.

Ora se prendiamo in prestito questa A e la mettiamo come iniziale alla parola Amico possiamo notare come le parole della canzone di Endrigo siano valide anche in questo caso.

Come molti di voi ho avuto la fortuna di incontrare Cristina, da subito è scattata la certezza del grande valore di questa amicizia. Dopo aver letto alcuni miei scritti mi ha incoraggiato a continuare, a non aver paura delle critiche, a mettere su carta quello che avevo dentro, mi ha stimolato e aiutato ad aprire il mio blog che non sapevo da che parte cominciare, ha collaborato con me nella stesura di due racconti importantissimi per me poiché mi hanno aiutato ad esternare due momenti particolari di vita.

Crì sa catturare al volo i pensieri e tradurli in parole-note sul suo rigo di poesia che per me suona come musica, tanto è vero che spesso i miei commenti alle sue composizioni sono canzoni che hanno accompagnato momenti importanti della mia vita.

Poco tempo dopo la nostra conoscenza su questa finestra illuminata aperta sul mondo, la nostra cara amica mi ha dedicato alcune parole. L’amico è colui che ti legge nel profondo e se non è amicizia con la A maiuscole questa…

Pane e convolvoli

Le mani infarinate asciuga nel grembiule

intanto il forno sta tingendo l’aria

della fragranza nota

batte sui tasti e scrive d’ipomee

alba e blu-viola

lui che impasta parole come pani

e ne porge bocconi

conditi con l’amore della vita

inventa storie

di sentimenti e accadimenti vari

il mio amico di penna e di poesia

mentre d’intorno

gli sorride il mondo

Io che non so di lievito e farine

e mangio il pane che un poeta impasta

credendo di far solo una pagnotta

e vola oltre il suo braccio

falco di giorno

falconiere di notte


Annunci