Pane e convolvoli

una poesia regalo per il falconiere
scritta dalla carissima amica

Cristina bove

Le mani infarinate asciuga nel grembiule

intanto il forno sta tingendo l’aria

della fragranza nota

batte sui tasti e scrive d’ipomee

alba e blu-viola

lui che impasta parole come pani

e ne porge bocconi

conditi con l’amore della vita

inventa storie

di sentimenti e accadimenti vari

il mio amico di penna e di poesia

mentre d’intorno

gli sorride il mondo

Io che non so di lievito e farine

e mangio il pane che un poeta impasta

credendo di far solo una pagnotta

e vola oltre il suo braccio

falco di giorno

falconiere di notte

Annunci

2 thoughts on “Pane e convolvoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...